Precisazione…

Mettiamo in chiaro una cosa:
la lista dei libri che ho piazzato nel mio space non è una classifica.

Mi risulterebbe impossibile
dominare tutto quanto questi romanzi mi hanno donato e porlo su una scala di
valori.

Non avrei mai il coraggio di
definire superiore la saga fantastica dei Buendia in Centanni di solitudine
alle scorribande demoniache de Il Maestro e Margherita. Ha senso supporre che
le lacerazioni emotive di Tokyo Blues siano superiori all’amore edipico de
L’Eletto?

E’ come voler dare una misura
delle emozioni, come se l’angoscia presente ne Le vergini suicide o nel Giardino
di cemento sia misurabile da un tubicino di vetro contenente mercurio…

 

Sono dell’idea che non esista
“il più bello” ma che, in maniera diversa, vi siano storie che mi hanno colpito
particolarmente, che mi hanno lasciato qualcosa.

 

Quando ho letto Pastorale
Americana mi sono legato visceralmente al protagonista, ho fatto il tifo per lo
Svedese sino alla fine, osservandolo mentre il mondo che lo circondava gli
crollava attorno. Grazie a Colori Proibiti ho imparato a guardare le
“diversità” in maniera più attenta, senza soffermarmi ai contorni e cercando di
scrutare dal loro interno. Con Le anime morte ho riso sulla pelle di un
anti-eroe e dell’immensa campagna russa a me sconosciuta. Vivendo nelle Notti
bianche ho rivisto i desideri di un adolescente troppo legato ai suoi sogni.

 

Ogni libro mi ha lasciato
un’esperienza, un’idea… e ognuna ha una sua ricchezza.

Annunci

11 risposte a “Precisazione…

  1. e bravo… la tua esposizione è semplice ma fa percepire a chi la legge la tua passione….i libri! tra le righe si percepiscono ricordi  e forse un pò di malinconia.comunque è vero,ogni libro dà il suo piccolo cotributo…e quant\’è bello riprendere lo stesso libro dopo anni e provare le stesse emozioni,vivere i ricordi di quel periodo in cui quel libro riempiva le tue giornate.sembra strano,eppure la compagnia che ti possono fare quei "semplici"fogli di carta è allucinante…dai vita alla tua immaginazione:ambiente,personaggi,contesto,fai nascere profumi che forse non esistono,per non parlare del trasporto emotivo….ansia,,angoscia,amore,felicità,compassione…ho letto alcuni dei libri che hai nominato e riguardo a tokyo blues e le vergini suicide ho solo un commento da fare…il misto tra angoscia e tristezza è stato psicologicamente forte!!

  2. si certamente
    voleva suonare come una minacciaa….
    ahahhahah
    la maggior parte dei libbri che hia letto
    gli ho letti anch\’io
    alla prox
    vieni a farti minacciare quando vuoi …

  3. Il tuo post mi servirà da ammonimento:mi sa che è ora che la smetta di scrivere cazzate sul mio blog e mi dia una mossa a leggere un po\’….sto diventando un miserabile matematico ignorante. 

  4. ecco perche\’non ho un elenco di libri….non basterebbe lo spazio per far risplendere l\’altare della mia droga..:))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...