Per chi non può fare altro

“Il vangelo secondo Gesù Cristo”, si chiama così l’ultimo libro che ho letto.
Alcuni amici, sentito il titolo, mi hanno additato come bestemmiatore e blasfemo (quest’ultimo è un appellativo che sento un pò troppo spesso), altri, più ingenui, hanno creduto in una mia redenzione e in un interessamento verso il sacro. A prescindere dalla reazione al titolo, la mia risposta a tali
osservazioni è stata la stessa… è solo un romanzo.

L’uscita del libro ha scosso parecchi animi cristiani, piuttosto dispiaciuti della mancanza di un indice in cui porre il romanzo di Saramago. La storia è discretamente diversa da quella che si impara a catechismo, molto più terrena, che tinge Gesù, nel suo essere straordinario, di un’umanità che mai Gli avevamo visto.
Trascina il lettore in una quantità di sentimenti, e risentimenti, degni di un romanzo del primo ottocento, descrive il mondo di chi non sceglie il proprio destino e svela una vita diversa e carica di esperienze per chi sopporta doverosamente la carica di figlio di Dio. Ci viene presentato un uomo…

 

A volte è davvero difficile star dietro a tutte le contraddizioni, le scelte e le prospettive presentate… nascono così simpatie per personalità che dovremmo odiare e sensazioni di malessere laddove non avremmo dovuto averne… Dovere, è proprio da questo che nasce il problema suggerito nel libro, se la scelta giusta sia sempre quella di fare il proprio dovere o se l’Alternativa, quella sbagliata, deplorevole secondo i canoni seguiti ma che rende credibile il libero arbitrio, non sia un’eventualità che meriti rispetto.

 

Gli spunti di riflessione sono diversi, uno però mi ha dato maggior modo di pensare… quanto sarebbe stato diverso il mondo senza la religione, quanto migliore… anche perché Saramago fa notare tutta la sofferenza, la morte e il sangue che da essa sgorgano.

Annunci

7 risposte a “Per chi non può fare altro

  1. Si prospetta una laureata carriera di critico letterario….bene bene….
    Senza religione il mondo ovviamente non sarebbe lo stesso.Ma non sbilancerebbe di molto il proprio attuale equilibrio.Di contro "la sofferenza ed il sangue che da essa sgorgano" accosterei le tante opere mosse dalla sacra speme,da parte di chi ci crede davvero.
    Saramago non è il primo a riportare Gesù nella sua veste umana(per quanto sia possibile),o diciamo meglio a mettere in risalto questo aspetto,ma si unisce ad un vero e proprio filone oramai che va da Scorsese a Mel Gibson a Pasolini.Ovviamente mi rifaccio al cinema,non leggendo più da circa due anni.Un sentito ringraziamento per questo post da parte di chi riesce ad apprezzare la cultura.

  2. Effettivamente, Lord Anthony, quando mi sono chiesto quanto sarebbe diverso il mondo senza religione, oltre che quanto migliore avrei dovuto proporre anche quanto peggiore…

  3. ..sinceramente per quanto possa importare a qualcuno,secondo me Gesù era uno che trombava e trombava di brutto e secondo me sapeva giocare pure a pallone..era una forte ala sinistra.
    Non voglio essere nè blasfemo nè provocatore,dal basso della mia bassezza e della mia ignoranza verso certi argomenti..esprimo una stronzata così..a intuito..d\’altronde io capisco solo qualcosina di pallone e di donne(sembra vero eh!?!)..
    ..un saluto a voi..

  4. Il tema della vita di Gesù è un argomento ke continua ad affascinare tutt\’oggi, ma che influenza la mente di molti uomini! Nietzsche considerava la religione come "l\’oppio dei popoli" e forse aveva ragione xkè è un importante strumento x manipolare le masse!la fede va al di là della religione di oggi, il resto sn sl leggi decise dali uomini
    ciao

  5. ..hai capito niente Rocco..Antonio nonostante gli impegni di tronista e le cene da mario e filippi trova anche il tempo di scrivere commenti pungenti!!
    ..cmq trombava..io e Rocco lo sappiamo per certo!

  6. E\’ innegabile che Antonio non possa fare a meno di scendere ogni tanto tra noi indegni mortali per illuminarci con la sua fulgidità…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...