L’uomo che non sarò mai

L’uomo che non sarò mai suona la viola elettrica.
Ha iniziato ad imparare adolescente ascoltando John Cale e convincendosi che suonare un arco sarebbe stato straordinario. Non è bravissimo ma se la cava bene, riesce così ad ottenere un’aria intellettualoide miscelata a quella dell’artista consumato che tanto successo ha fra le donne.

Ha una gran cura di sé stesso.
Non resta certo indifferente ad una barba che cresce da tre settimane. Soprattutto non approfitta della rara occasione della rasatura per testare che effetto facciano un paio di baffetti alla Adolf su familiari inconsapevoli.

E’ inoltre un tipo atletico. Dopo aver fatto sfaceli nella consueta trafila delle giovanili calcistiche ha scelto di darsi al nuoto, qualcuno gli aveva fatto notare che fosse lo sport più completo, per raggiungere quella perfezione fisica che gli avrebbe permesso di godere al solo guardarsi. Adonico.

Non è un tipo che perde tempo in cazzate.
Lo svago, se non porta a niente, gli risulta inutile, abominevole. Lo stesso divertimento dev’essere mirato, tale da ottenere piaceri invidiabili. Considera fesserie la maggior parte degli intrattenimenti che ottenebrano le menti della massa. Questo non lo rende antipatico, piuttosto lo contorna di un’aura di superiorità la cui altitudine, così come la motivazione, non è ben definita.

L’uomo che non sarò mai è un gran figlio di puttana. Il suo egoismo è celato ma efficace. Non si fa distrarre da emozioni e sentimenti. Le persone, per quanto vicine e dedite, non saranno mai importanti come lui è per sé stesso.

Ha uno spiccato senso politico. Riesce ad ottenere sempre ragione, non tanto perché la sua posizione ideologica sia migliore in assoluto bensì per l’assennatezza e la profondità delle sue argomentazioni. Credo passi la notte a studiare giornali e manuali di scienze politiche, oltre che spulciare archivi giudiziari.
La sua preparazione non è limitata all’ambito ideologico. Qualunque tematica possa portare dei frutti non viene mai trascurata.

L’uomo che non sarò mai non è necessariamente migliore di me. Sono dell’idea, tuttavia, che prendere quale esempio alcuni lati del suo apparire non possa farmi poi tanto male.

Annunci

40 risposte a “L’uomo che non sarò mai

  1. (Ci sono un paio di orrori d\’ortografia nel brano. Non voglio fare la maestrina, ma nell\’ultima frase forse volevi dire "… qualche esempio…")
     
    Il tuo mai-te esiste per ascensione divina. E\’ elevato agli altri, ma non da loro. Ecco tu non sarai mai mai-te: non c\’è alcun sentiero nella dimensione della probabilità che ti conduca a lui.
    Però potresti farti elevare agli altri dagli altri. Io sono a tua disposizione (dietro pagamento € 100).
     
    Ti ho preso troppo seriamente, ma che m\’importa? Adesso vado a dormire!

  2. Guarda,di tipi così ce ne abbiamo già troppi intorno…Facciamo che l\’Uomo che Sei è già un valido modello per tutti questi tipi,e che è altresì l\’Uomo che Non Sarà Mai di un sacco di gente,che pure forse ne desidera qual(ch)e,o più,aspetto?
    Credo di non essere stata chiara,ma ho mal di testa quindi non ritento.

  3. Il quale è voluto, non è un errore ortografico. Forse però è un orrore.Prendi poco per elevare, Edo. Ora capisco come certi politici siano diventati tali.Comunque no, non sarò mai mai-me, proprio perchè è mai-me. Almeno credo.Io come modello, Giulia? Mi sembra un esempio che non regge… soprattutto perchè è arduo capire quale aspetto di me possa essere deisderato……. Aspetta, forse ne ho trovati un paio.

  4. Si che puoi diventare il non-te Josef. Basta che fai un bagno nel fiume che scorre… 😛
     
    Per il mio piccolo vissuto, passare le notti (facciamo i pomeriggi) a spulciare casellari giudiziali ti provoca solo un gran mal di testa; puoi tranquillamente depennarlo dalla tua wishlist.
     
    Per aver sempre ragione ci sono due strade: saperne sempre una più dell\’altro, anche quando non è vero, ed avere ragione. La seconda è un pò più difficile e non è detto che riesca.
     
    Quanto alla strage di cuori: se riesci a trovare un modo per essere irresistibile con le donne, il mio indirizzo lo conosci. Dietro pagamento, s\’intende.

  5. Il Non Te vive anche nel tuo Non Mondo. Diventiamo la risposta di quello che siamo all\’ambiente, lo dice anche la genetica. Per dirti: se vivessi in un quartiere di ninfomani tromberei sicuramente di più… ma moooolto di più.

  6. 1. Ti dispiace così tanto non avere il successone con le donne??? In qualche commento letto qua sopra ho capito che una donna che impazzisce per te c\’è…Non ti basta??? Io non capisco voi uomini che se non avete la scia di corteggiatrici non vi sentite soddisfatti 😀
    2. La barba incolta e lunga ha il suo fascino, più dei baffetti, che invecchiano! (Basta che la barba non faccia concorrenza per lunghezza a quella di Babbo Natale);
    3. Adonico 😀 …Beh, comincia a correre nel parco il sabato e la domenica…Non diventerai un bronzo di riace, ma la panzetta sparirà, e allenerai la mente alla pace e alla tranquillità…(provato da me!);
    4. "Figlio di puttana con l\’aria superiore"…Beh, sò che questi tipi non hanno una gran fama e si ritrovano irrimediabilmente soli ad una certa età…
    5. Oggi per me politica è sinonimo di lecchinaggio. Sono rimasti in pochi a mantenere vivi i veri ideali politici…Ma ahimè, sono mosche bianche incomprese. E chi passa le notti a studiare la roba che dici tu…Ti risponde come Pico;
    6. Se vuoi essere un uomo migliore non prendere esempio da quest\’elenco di cose che tu* hai messo qua. Comincia a cambiare i lati di te che gli altri* ti dicono che non vanno bene…
    Sono frutto dei tuoi (tu*) pensieri, solo gli altri* (zita, amici, parenti…) che ti stanno vicino e che ti conoscono bene possono farti capire cosa cambiare per essere davvero un uomo migliore…Che pure io vorrei essere tante cose che non sono, ma chi mi sta vicina m\’ha fatto capire che dovevo imparare a stare zitta e a non voler avere sempre ragione. Non sarò diventata figlia di puttana ambiziosa ed egoista col fisico scolpito da anni di nuoto…Ma mi sono evitata parecchie figure di cacca ed ho capito che sei rispettata anche essendo umile (ma furba, sennò ti fregano :D)…
     
    p.s. Questo commento è più lungo del tuo post… 😀
     

  7. Già, Matteo, a quello si potrebbe anche rimediare… chissà, magari in futuro.Allora, Pico, andiamo con ordine:1-Eviterò i casellari giudiziari, mi viene il mal di testa solo a vederlo un palazzo di giustizia.2-Non cerco la ragione, passerei per pazzo.3-Ma io già sono irresistibile con le donne…… (cioè no)Trovo sempre occupato, David.Ma questo quartiere, Nicola, esiste per davvero o dicevi tanto per dire!?Per prima cosa, Flavia, voglio ringraziarti per la sinteticità……. Rispondo:1-Sono gli uomini a volere scie di corteggiatrici?!?!?! Questa cosa non mi quadra, soprattutto se detta da una donna.2-Ma io sono Babbo Natale!3-Ora posso solo correre in superstrada, pace e tranquillità sono scomparse.4-Meglio soli che…5-Gli ideali mi stanno diventando antipatici.6-Io non voglio essere un uomo migliore, il contrario.

  8. Anch\’io sulla viola elettrica ci farei un pensierino!
    Ma joseffff…..tu ci piace cosiiii…capellone, barboso, alcolizzato, (un paio le salto per correttezza)…un pò cinico, ma che ci crede pure…intelletualoide con gli occhialetti, ma di fondo mentecatto…
    (naturalmente tutto ciò che ho scritto è ciò che la no me scriverebbe, ma con l\’appoggio della me, che si censura, per dar spazio alla non me…………..se ti gira la testa va tuuuuuutto bene!) :-ppp
    [tutto ciò è frutto della mia presunzione,ovvio]
    Bello sto post.

  9. Josef, sono costretto a dare ragione a Flavia…
    Noi ometti stiamo imparando troppo dalle donne: cremine, massaggini, vestitini, rivistine, cibi light ed ora pure le corteggiatrici! Si perchè anche la vanità del maschietto si è spostata dalla sc***ta epica, al gridolino di gioia per la pollastra che ti guarda.
     
    E anche quando non ci cagano, andiamo a cercarle col lanternino pur di farci considerare possibili amanti (platonici s\’intende).

  10. Sig. JosefK non mi ringrazi per la sinteticità 😀 (E non condivido nessuna delle sue risposte :P). Però nonostante tutto, le confesso che questi post ultimamente mi stanno piacendo parecchio. (Ma perchè t\’ho dato del "lei"???…Mah!).
    p.s. Pico, grazie per il supporto!
     
     

  11. Facci pure io fronte con Flavia. Nella vecchia classe, nessuno degli impegnati aveva fatto il primo passo. Ti rendi conto?!
    E nessuno, fra noi, aveva i comuni sex-symbol di mascolinità: eravamo senza pancia, senza barba (tuttalpiù con la mosca), debosciati e uno aveva anche gli occhiali… E quando ci hanno mollati siamo diventati tutti alcolisti! Ma ci riprenderemo in fretta, per rigovernare la casa alle future mogli.
    E\’ un doloroso crollo di paradigma.

  12. Vabbenne Sin.ra Flavia, non la ringrazio per la sinteticità. ;-pNon è un problema di sex-symbol, Edo, ma un pò di virilità non guasta.Le immagini le trovo anche coi motori di ricerca.Ora capisco il tono minaccioso della segreteria, David.

  13. Sign.ina Flavia, non doveva dare della terza persona a JosefK. Invece, doveva dare del "voi", a lui e al suo non-lui.

  14. E\’ strano che due uomini si trovino d\’accordo con me (io sono sempre da sola con le mie idee)…Grazie Edo! E comunque è vero, d\’ora in poi darò del voi a JosefK visto che ci rendere partecipi di queste sue due personalità in un unico corpo.
     
    Josefk, ho capito. La prossima volta vi prometto che farò di tutto per essere più sintetica -_-\’

  15. Acuta osservazione, Fabio. Stavo pensando proprio oggi (a prescindere dal post di josef) se le persona possano davvero cambiare. Quante discussioni ho intavolato su questa cosa! scusa,josef, non voglio prendere questo spazio tuo per trattare l\’argomento, ma volevo solo rispondere a Fabio. Ciao

  16. Sarebbe stato ancora più interessante, Seclet.Io sono qualcuno in delirio, Fabio, quindi posso dirlo.Vabbene Marta, almeno qualcuno che risponde in maniera sensata esiste.

  17. Non so se le persone possono cambiare, Marta. Direi piuttosto che è la vita a riservarci cambiamenti imprevisti e imprevedibili e quindi sono gli eventi a permettere il cambiamento. Ma probabilmente si tratta solo di abitudini che si perdono o acquisiscono. In sostanza ciò che ci caratterizza rimane indelebile.
    Josefk, io e marta gradiremmo una tazza di tè…

  18. Di sicuro, Mauro, quello che suona la viola elettrica è più interessante.Non preoccuparti, Fabio, Edo la porterà subito.Grazie Edo. La tua è una collaborazione sempre altamente gradita.

  19. limone please.
     
    Comunque (sempre nel mio caso) è più difficile pensare a ciò che dovrei essere in un futuro non tanto lontano che ciò che non sarò mai.
    Ciò che non sarò mai…..
    Scrivi troppo JosefK: non riesco a starti dietro con i commenti.
     
    Vorrei concludere con una battutona di indubba ilarità:
    <<Un pomodoro incontra un altro pomodoro; e allora gli chiede:
    "ciao, come stai?"
    e l\’ altro pomodoro, urlando:
    "aaaaahhh; un pomodoro che parla!">>
     

  20. E\’ piùche normale, Scaglia, soprattutto quando ancora tante delle proprie scelte devono ancora essere prese. Ma anch\’io ne devo prendere ancora tante…. Non sono attendibile.Sto tè sta diventando ossessivo…. e poi a me piace il caffè.

  21. Per Scaglia:Un ombrello incontra un fungo e gli chiede: "ma tu sei un fungo o fungi da ombrello?"Il fungo risponde: "no, fungo, fungo…"Evviva il tè collettivo! Evviva il dolcino!

  22. Josef, tratta bene i tuoi ospiti. Se vogliono il tè sii gentile e beviamoci sto the! "io voglio il caffè"…e tu ti bevi il caffè, ma allora se dici no al the, dici no anche al dolcino di flavia! tiè! Mi prenoto per papparmi la parte di josef, voi maschietti gentiluomini me lo concederete? anzi, Flavia, ce la stecchiamo io e te!
    😉

  23. Facciamo che chi vuole il caffè beve caffè, chi vuole il tè beve tè…Mò non fare l\’asociale con le sfogliatelle!
    Dolcino cioccolato e cocco per tutti…Va bene??? 😀
    p.s. Voglio la Cerimonia del tè, Edo!!!
    p.p.s. A Josefk il pezzo di torta più grande che è il padrone di casa 😉
    p.p.p.s Marta io e te ci pappiamo un\’altra torta per sole donne poi 😀

  24. dolcino cioccolato e cocco???? MIOOOOOO!!! :-))
    Pensa che uno degli unici due dolcetti che so fare è proprio quello al cioccolato e cocco:amaretto al cioccolato, insuppato nel caffè con la polvere di cocco. Dai, allora alla prossima cerimonia del tè lo porto. :-ppp
    🙂

  25. [No Marta, la mia è proprio una torta…Ribattezzata dalle mie cavie: Torta bounty!]
    Ma Josefk è ancora fuori a comprare le sfogliatelle??? 😀

  26. Sono appena tornato, le sfogliatelle le ho fatte io quindi i tentativi sono stati decine. Se vi vanno bene carbonizzate fatevi pure avanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...