De moniaco

Il demonio ha il ventre gonfio, alito sulfureo, occhi vivi come brace ed è molto, molto attraente. Di una bellezza sfacciata e irridente, di quelle che non puoi fare a meno di osservare, a costo di apparire spudorato. Ti tira a sé senza che in apparenza lo voglia, stringendoti in voluttuosi arti che di umano hanno solo la figura.

Gli uomini ne escono sviliti, seviziati, senza più un briciolo di orgoglio e con le membra consumate. Le donne vanno in pasto a maiali carnivori come bocconi di un generoso pasto, perdono la loro umanità che rimpiangeranno per una vita intera.

Che siano maschi o femmine finiranno alla berlina di chi al diavolo fa da trespolo.

Di denaro non ne ha mai a sufficienza ma nelle tasche fa tintinnare solo pochi spiccioli. Il resto macera in straniere banche dalle fattezze angeliche che di Lucifero hanno solo il cuore. Non per questo è avaro, distribuisce le sue sostanze a chiunque ne chieda, condividendone, anzi, i voluttuosi frutti. Bruciando di gioia per ogni silenzio comprato o parola dettata, per l’indifferenza o l’attenzione, per tutte le forme di elemosina.

Non possiede armi. Le ritiene inutili per sé stesso, inefficaci. Ha a disposizione un enorme quantità di proiettili, di ogni calibro, per qualunque arma, bandita o meno dal trattato di Ginevra. Li dispensa infervorato nei vicoli di Scampia, sulla sabbia mediorientale, nella giungla cambogiana o lungo le sponde del Congo. E poi aspetta. Attende cadaveri gonfi galleggiare verso l’oceano, titoloni sui giornali locali, lacrime di congiunti o di coprire con l’ultima vangata di sabbia la più moderna delle fosse comuni. L’importante è che non sia lui a premere il grilletto.

Il numero dei nomi di Belzebù si compara solo ai vizi. Un modo come un altro per chiamare qualcosa di libidinosamente sgradevole nella maniera meno appropriata possibile.

La morte è l’accessorio, non certo il nutrimento. Mai stato necrofago; o necrofilo, se preferite. A mangiare, amare i cadaveri di carne e spirito sono idee e desideri.

Annunci

19 risposte a “De moniaco

  1. E magari pasteggiare con viscere nere come il petrolio, Fabio.Il diavolo si interessa a priori, Scaglia. Il punto è che è proprio lui ad interessare.

  2. …ora…io mi domando …mentre sto facendo a tempo di record "la redenzione" dei peccati tributari altrui da che parte sto….mah…come sempre a meta\’strada…:-)

  3. Ecco perchè non scrivevi da tempo. Tu volevi parlare del Demonio, ma per farlo avevi bisogno di conoscerlo da vicino. Non spiegherei altrimenti la minuziosa descrizione. Che commento osceno che ho lasciato! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...