Partitopazzia

Il partito degli onesti non ha nulla da nascondere.

Fa tutto alla luce del sole, alla luce dei lampioni, alla luce stroboscopica, alla luce rossa calda e sensuale. Legifera come un coniglio e lo fa per il tuo bene. Più articoli vanta il codice, maggiore sarà la tua libertà di vivere una vita retta, priva di ingiunzioni, esente di mandati a comparire e avvisi di garanzia. Il carcere sarà prerogativa dei pochi folli che non rispetteranno le regole, dei poveracci d’intelletto che mal sapranno intendere la nuova e più forte legalità.

Il partito dei lavoratori si sveglia all’alba e suda fino al tramonto.

Combatte per i diritti di chi torna a casa la sera stanco e martoriato, e lo riempie di nozioni su come sconfiggere il padrone. Si schiera dalla parte degli operai, delle hostess e dei centralinisti; difende gli agricoltori dai corvi che attentano alle loro messi, protegge i pescatori dai pirati dei caraibi e le spogliarelliste da clienti infoiati. Fabbrica enormi ammortizzatori sociali così che un padre di famiglia possa mantenere la prole per anni con decine e decine di euro. L’inoccupato, meschino, dovrebbe prendere esempio da chi si sfianca e mettersi a travagliare.

Il partito dell’amore ti accoglie nel suo caldo abbraccio e non ti lascia più.

Dispensa baci e sorrisi ammiccanti, la sua mano è sempre tesa verso il prossimo. Il contatto è il modo migliore per dimostrarti tutto il suo affetto. Vuole la liberazione dal cliché di un mondo di crudeltà e abiezione, e dimostrare quanto di bene si possa fare una volta sbottonati. Se c’è qualcosa che combatte è la depravazione: di amore ne esiste uno solo e di questo hanno l’esclusiva.

Il partito dei contro indossa un’armatura incorruttibile e lotta sino allo stremo delle forze.

I più grandi mulini a vento non hanno potuto far nulla contro la risoluta volontà delle armate di liberarci dalle pale. Salvano continuamente il Paese da atti vili e scellerati portandoli a galla e sotto gli occhi di tutti. E’ grazie a loro se la caduta nel burrone ci appare tanto comoda e lenta.

I partiti dell’odio, dei faccendieri e dei furbetti, le logge elitarie sono un lontano ricordo schiacciato da un’ondata di menti illuminate e cuori impavidi. Un ventata di buoni propositi e grandi gesta a portata di mano, basta saperle prendere e tirarle a sé. Ma tirarle forte.

Annunci

31 risposte a “Partitopazzia

  1. sai che sono in imbarazzo nel scegliermi il partito a cui sentirmi piu’affine…molto in imbarazzo…sono tutti cosi’…invitanti….

  2. e’stata la prim scelta ma la definizione di esclusiva mi ha trattenuto….e se mi ritrovo in una posizione ..scomoda?? 😕 … so’problemi….

      • Troppo pericoloso, per chi ha idee, voglia di fare e magari è pure ai piani alti e con le mani legate. Praticamente mi sono autoesiliata e mi sono consegnata alla stampa di mia spontanea volontà. Per oggi pericolo scongiurato, domani chi lo sa. Per la cronaca magari potrebbero scrivere che ho parcheggiato in doppia fila bloccando mezza città 😀

  3. Vorrei…
    Vorrei un nuovo partito che non si nasconda dietro la maschera dell’onestà ma che sia dichiaratamente ladro(ne apprezzerei l’onestà!),un partito che mi dica che chi non lavora non fa l’amore( e quindi non suda);un partito che l’amore è come un diamante “è per sempre”; un partito che quando indossa l’armatura sia rigorosamente di fabbricazione italiana come le armi che vende; vorrei che se deve delinquere lo fa alla luce del sole e lo legittimi così anche io domani posso farlo e divento ricca bella e famosa…e non mi ricoverano alla neuro per le fesserie che ho scritto in preda alla disperazione post scolastico serale, punto

    • A diventare ricchi e famosi a quel modo sono buoni tutti…. Cioè, bisogna che ce l’hai nel sangue certe cose, o che ti fai corrompere, o che ti comprano. O magari basta pure che c’hai fame. Ed a pensarci, c’abbiamo un sacco di fame e quindi siamo sin troppo facilmente acquistabili.
      Altro che neuro, qua si rideve nascere da capo per non sembrare pazzi a parlare di certe cose.

      • Cavolo c’hai ragione, dovremmo ricominciare tutto dall’inizio, quando la scimmia non aveva idea che con l’osso dell’animale ammazzato per nutrirsi ci si poteva ammazzare il “vicino” che aveva sete. E dovremmo ricominciare perché anche se possono sembrare farneticazioni troppo spesso la voglia di compiere atti illeciti per mandare avanti la famiglia balenano per un attimo nella mia testolina confusa…e ancora dovremmo ricominciare perché ci hanno tolto tutte le parole che prima avevano un senso:Amore, Italia, papi, Libertà, e io le rivoglio TUTTE

          • Ma quando tu ti fai il mazzo tanto a spiegarle le parole, tutte ma proprio tutte, anche quelle più imbarazzanti o fastidiose e poi arriva qualcuno che dovrebbe metterti il tappeto rosso per il fior fiore di stipendio che gli dai e frantuma con precisione chirurgica il tuo lavoro e le tue palle, ti passa la voglia di fartelo quel mazzo tanto e di cominciare a fare come lui. Ho deciso di fondare un nuovo partito si chiamerà PDICFUCJP “Partito Dell’Italia Che Fa Un Po’ Come Je Pare”…forse la sigla non è proprio facile da ricordare però

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...