Gli occhi addosso

Mi sento osservato.

Questo genera sensazioni contrastanti. Piacevoli e meno, d’irritazione e imbarazzo. Il motivo di tanta confusione è nell’imperscrutabilità degli altrui sguardi, nella mia totale incapacità di comprendere le motivazioni che hanno portato quelle persone a fissarmi, a renderle  curiose. Mi ritrovo perciò a scovare facce che si voltano improvvise, a dissimulare un movimento in atto, per non cadere nell’accusa di giudici inopportuni. Altre volte restano imperturbabili nel loro stato, senza che alcuno dei muscoli facciali si tenda o si rilassi, fino a quando la loro opera investigativa non si è conclusa. Restano infine le occhiate fugaci, quelle che incontri mentre cammini lungo un marciapiede, o sei fermo che fumi una sigaretta, e chi ti passa affianco non può fare a meno di colpirti in pieno volto con un’indagine tanto breve quanto profonda. E puoi solo sperare in un animo perturbabile per riuscire a discernere l’idea che quegli occhi hanno realizzato.

Uno dei motivi per cui sono vittima di queste attenzioni possono essere i capelli perennemente spettinati, in disordine, senza alcun traccia della minima cura (pur sempre puliti, sia chiaro). Ho provato più di una volta a dar loro un atteggiamento più piatto, impersonale, comune, ma il tempo necessario e le mie vacanti capacità di acconciatore mi hanno fatto desistere del tutto. Se a questo si aggiunge una barba perennemente incolta, lunga più del dovuto, la mia apparenza potrebbe di certo essere un motivo sufficientemente valido per cui meriti lo sguardo colmo di biasimo di qualche sconosciuto.

Vi è poi quella sensazione permanente di essere fuori luogo. Una sorta di corpo estraneo, non appartenente all’ambiente in cui staziono e in cui comunque non riesco a mimetizzarmi. Evidentemente questa sensazione ha un effetto empatico sul circondario e lo rende quanto meno incuriosito dalla mia presenza, soprattutto se prolungata nel tempo. Contrariamente a quanto ipotizzabile la curiosità non scema, piuttosto si acuisce sino a raggiungere un valore costante, fenomeno dovuto alla incredulità che qualcosa come me possa resistere tanto in un habitat a cui non appartiene.

Mi pare evidente che tutto quanto ho appena detto deve essere frutto della mia immaginazione. Che nasce da un ego eccessivamente sviluppato o da un bisogno di attenzione perverso e maniacale. Devo essere vittima di manie persecutorie. Oppure convinto di essere fuoco di quelle ellissi di cui si parla nelle leggi di Keplero.

Annunci

51 risposte a “Gli occhi addosso

  1. se ti rendi conto di tanto acceso interesse nei tuoi confronti è evidente che tu stesso guardi con uno sguardo attentamente analizzatore. da guardato diventi guardante e ti sottoponi alla stessa legge della curiosità. fai come me, guardo senza vedere! 😀

  2. basterà tagliarti i capelli. è quella sensazione cespugliosa al vento leggero che avverti sulla testa che ti costringe in quel senso di disagio che attira gli sguardi altrui. Tagliali!!

    • Ma dai, dici che sono i capelli?!!? Ecco perchè mi sento gli occhi addosso anche quando sono solo, non è colpa dei fantasmi….
      Domani li taglio.
      Forse.

    • perchè lo induci in tentazione? i capelli devono stare lunghi ” fuori ” dalla testa per permettere ai pensieri di frullare liberi ” nella ” testa! 😀

        • rocco caro, vengo da una generazione di ” capelloni “! i capelli lunghi erano per noi l’espressione di una libertà senza condizioni. il primo atto di ” ribellione ” a 13 anni fu quello di lasciare che i miei capelli lambissero il mio lato ” b ” poichè erano stati mortificati per anni e anni con un orrendo taglio ” alla sabrina ” che mi faceva sembrare una deportata di auschwitz! tutti i miei ” fidanzati ” hanno avuto capelli lunghi e mio marito – allora amico del cuore – portava capelli lunghissimi e barba da fra cristoforo! sicchè viva i capelli lunghi, senza problemi! 😀

  3. Se quando sei solo ti senti osservato……..secondo me è il gatto !
    Detta sta cavolata, penso anche io che così come ci poniamo verso gli altri, così crediamo/temiamo/speriamo che loro facciano con noi…ma io non faccio testo, sono una paranoica cronica.
    😉
    Non tagliare i capelli. E manco la barba.
    E spaventa il gatto ogni tanto.

    • Non ci crederai ma ho pensato pur io al gatto, ma sono più io a tenerlo d’occhio.

      Se gli altri facessero come faccio sarebbe veramente un mondo inquietante….

      Sto fatto di barba e capelli è diventato fatto nazionale.

      • adesso mi immagino il tuo gattone che se ne sta in un angolo spaurito con gli occhi sbarrati che si guarda intorno e si sente osservato. giusto il tempo di spaventarsi e sprofonda in un sonno felino e sornione.

  4. ciascuno da del proprio all’altro.. a forza di trasformare gl’altri in paralumi o tavolini finisce che anch’io mi ci sento .. la compagna di classe di mia figlia un di’ mi ha chiesto perche’ non mi pettino mai…cara innocente scrollata da un padre ipocrita hai ragione.!..e non mi trucco ..tanto sono un cespuglio al vento chi mi vede? :-).. forse il cane giusto…

    • Ma lasciamoli stare sti cani…

      E comunque penso che a parlare chiaro, senza metterci malizia, con un pò d’ingenuità ci si può divertire assai. Peccato che quel “senza metterci malizia” non è contemplato. Sai quante volte sono stato frainteso?!

      • fa parte del gioco anzi del mettersi in gioco siamo tutti cosi’ pronti a gridare agl’altri che noi siamo …noi non faremo mai noi bla bla bla…dicendolo gia’ lo facciamo.Tu fregatene la liberta’ e’una conquista mica un dato di fatto e va’ difesa …ogni giorno anche a costo di esser fraintesi….o scambiati per matti o maleducati! (scusa ma io adoro i cani…..:-) ma poi di fatto cosa stiamo dicendo?..vado afarmi uncaffe’ va…

  5. ecco chi era quel tale con i capelli arruffati e la barba incolta che ho osservato con tanta attenzione quel giorno…
    😉

      • non è mania di persecuzione, è proprio una persecuzione:)
        non so se sia più la tarda ora o il cervello che sta già dormendo ma non riesco a trovare una risposta più ironica di questa…sgrunt

      • Nnnnnooooooooo! Oppure ok, rasati ma tieni solo la frangia! 😀
        Un taglio che vorrei farmi è quello da uomo stempiato con riporto, un giorno che avrò i capelli abbastanza lunghi dirò “ciao” al mio scalpo superiore.

        • Sono appena tornato dal barbiere, purtroppo non ho visto prima questo tuo suggerimento altrimenti………

          Su quei tipi col mega riporto ci starebbe da parlare per ore. Li invidio, il fatto che credino sia tutto a posto è davvero qualcosa di ascetico.

          • Forse lo fanno per non far prendere freddo alla pelata 😀
            Rimango basito anch’io, ne conosco qualcuno e sono persone intelligenti e con la percezione di sè, eppure..

            • Allora dev’essere qualcosa che va oltre. Probabilmente alcuni soggetti perdono oltre ai capelli anche il senso del rispetto verso la loro testa. Non so che altro dire, dopo che m’hai detto che sono intelligenti so rimasto sconvolto.

  6. Mhè, questo tipo di paranoie sono il mio pane quotidiano.
    Però a volte, quando mi guardo specchiato contro i finestrini delle macchine, mi rendo conto che faccio delle smorfie cattive che pur’io sarei incuriosito da me stesso. E infatti ad ogni riflesso mi controllo.

    Ogni volta che scrivo qualcosa da te mi sento super-stupido.

    PS: io, dopo 21 anni di curiosità, la settimana scorsa mi sono convinto a farmi un taglio “3 millimetri omogenei, perfavòr!”. Sono uscito che potevano sollevarmi come una coppa dei mondiali.
    E con la giacchetta nera facevo skinhead ancora più cattivo.

    • Io non ho mai dato un nome ad un taglio di capelli. Mi sono sempre limitato a dire al mio barbiere “taglia”.

      E comunque sto fatto di guardarsi l’immagine riflessa in continuazione… secondo me è narcisimo bello e buono! Fattene na ragione.

      Infine, ogni volta che mi dici di sentirti stupido nel leggere/commentare un mio post (sta cosa so sicuro è già successa) io mi sento davvero miserevole!

      • Sono un narcisista autoconsapevole.
        Mi va bene così!

        Io mi sento stupido in quanto il mio commento non è mai al livello qualitativo dei tuoi post!
        E dopo mi vengono le paturnie di aver scritto una frase non degna di essere letta da te e che sono qui solo a farti perdere tempo e che “mannaggia se sono il re dello scontato” e…
        Insomma, cose così.

        E poi non mi sono mica accorto che avevo già scritto ‘sta cosa dello stupido. Al prossimo post che leggo (ne ho tenuti alcuni arretrati) cambio con “stra-scemo”

  7. a me sembra che in tutto questo denso dibattito nessuno abbia posto una domanda semplice e chiarificatrice: spettinato o no, barba incolta oppure no, sei per caso bello? 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...