Celebrazioni di uno svalutato cavaliere

Iodosan, sei arrivato primo. So che non c’è molto di cui vantarsi nell’essere entrato così presto negli enta ma questo tuo perenne desiderio di supremazia dovrebbe essersi riempito almeno un po’ prendendo l’evento dal punto di vista della competizione. Non illuderti, il resto della banda ti seguirà a ruota in brevissimo tempo. Gli enta di Murphy sono dietro l’angolo, ma fa silenzio che lui sembra non essersene ancora accorto. In sincerità avevo iniziato a scrivere con l’intenzione di inondarti di insulti, ma mi sono venuti a mente gli anni passati in compagnia e il tempo che ho impiegato a conoscerti. Riempirti di improperi non avrebbe fatto altro che dare piacere ad un masochista della tua caratura. Ora dovrei stare a scrivere sulle avventure passate assieme, dei periodi poco felici in cui ci si crogiolava nel proprio malessere e delle sigarette scroccate senza necessità effettiva, tanto per far salire la tensione e lanciare il guanto di sfida. Poi ci sarebbero da ricordare gli ettolitri di birra condivisi (sempre sia lodato Giovanni Peroni), l’assenza di concretezza dei nostri discorsi (che cazzo! Di drammi e stress già ne subiamo a sufficienza, non vogliamo certo pugnalarci alle spalle con parole sensate e dialettiche impegnate ed impegnative) e delle pianificazioni più assurde ed inconsistenti che mente umana abbia mai ideato. Sebbene quella di andare in comune a caccia di orchi sia una prospettiva che non riesco proprio a mettere da parte. Non farò niente di tutto questo. Non siamo certo al tuo cazzo di funerale. Né tantomeno viviamo in America dove, come film e serie tv ci hanno insegnato, sparlare del neo defunto è sport nazionale.

Ora, so bene che la lettura di queste parole ti provocherà uno sdegno risentito e che la tua faccia andrà ad accartocciarsi in un’espressione contrariata, ma la necessità di assistere a questa scena raccapricciante è più forte di me e non posso di punto in bianco abbandonare il gusto dell’orrido che mi ha permesso di sopportare la tua reietta presenza.

Annunci

31 risposte a “Celebrazioni di uno svalutato cavaliere

  1. Che fare di fronte a cotanta sfacciataggine? (Starà parlando dello stesso cavaliere che ho visto io su skynews24?…)

  2. di costui hai gia’ parlato in un lontano post del 2008 , potrei sbagliarmi ma io amo guardare in cucina quando il proprietario sta in bagno 🙂 , lo sai Iosef che dicono? Chi disprezza compra e poi e’ inutile le persone (o pseudo tali) con cui condivi l’elenco di attimi che dico giorni che dico anni di fotogrammi da bar ti rimangono addosso come l’odore dello stesso….uhm…interessante.

    • I trenta allora sono un dramma, soprattutto se si passa dai 90 ai 30 di punto in bianco con autovelox incluso.
      E i tr Enta più che odiarli, mi fanno preoccupare.

    • Va bene, appena ci arrivo lo terrò caldamente in considerazione. Guarda penso di iniziare di fare anche un pò di “preparazione fisica” proprio per eguagliarli. 🙂
      Per il resto il mio amico non si è trasformato dall’oggi al domani come tutti si aspettavano.

  3. Pingback: Bisogna fare la festa a Murphy | Sull'orlo di una crisi di nervi·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...