Vittima dell’altrui desiderio

Non mi è del tutto chiaro cosa mi renda tanto desiderabile ai loro occhi. Il clima e il periodo hanno un ruolo fondamentale, non v’è dubbio. Di questi tempi il sangue è al limite dell’ebollizione ed è ben noto quanto il calore sia fondamentale per attrarre certi tipi di attenzione. Le temperature elevate lasciano naturalmente scoperti vaste aree di cute che per gran parte dell’anno restano nascoste sotto uno o più strati di tessuto. Anzi, le scuse per spogliarsi si susseguono a catena e con l’attenuante del caldo si ricade nel vezzo dell’esibizionismo. E’ ingenuo lamentarsi, a quel punto, delle conseguenze della propria audacia. Tuttavia, non posso credere che la spiegazione risieda tutta in una mera questione di intervallo temporale e alta pressione. Deve esserci qualcosa in più, magari legata alle secrezioni ormonali. L’odore. No, la puzza di sudore non ha niente a che fare con questa storia. Quella di cui si impregnano gli autobus e i treni. O l’auto di un conducente non attento abbastanza. Le cui ventate spesse e opprimenti arrivano anche in momenti impensabili, alle due di notte nel giardino di un locale che ti manda di traverso l’ultimo sorso di blanche. E’ una questione chimica. Di recettori attivati con estremo vigore da una particolare traccia ormonale. La mia, in questo caso. Il dramma di questo involontario magnetismo si manifesta nei segni che il mio corpo porta. La schiena, le braccia, le cosce. E non mi dilungo in un elenco anatomico che andrebbe a finire nel volgare spiccio. Tutto il mio corpo e ricoperto un giorno più, un giorno meno, dell’avidità di cui sono mira. E il fastidio, e la vergogna, di indossare certi marchi non va via se non dopo ore o giorni, addirittura. Le precauzioni che prendo sono del tutto vane. Per quanto mi sforzi, allontanarle pare un’impresa impossibile. Sembra debba arrendermi all’idea che le zanzare banchettino con le mie membra.

Vittima dell'altrui desidero

Annunci

57 risposte a “Vittima dell’altrui desiderio

  1. Ahahahah, grande Rocco! Fino all’ultimo rigo ho letto senza intuire che parlassi delle zanzare!! Ora mi sento un po’ idiota, ma non ti dico le risate.. xD

  2. ah ah ah!
    Ma dopo che ti hanno punto non le vedi perdere rotta? Sangue a sapor di luppolo…se funziona a farle desistere dal colpire ancora inizio a bere anche io. 😀

  3. ormai ti conosco,
    infatti dopo qualche frase sono andato a leggere l’ultima riga :mrgreen:

    il problema delle zanzare l’ho risolto da tempo, ogni sera, all’imbrunire, metto sul terrazzo una bambina cicciottella :mrgreen:
    (mi auguro che qualcuno non mi prenda sul serio)

    comunque il “sillogismo” regge, tra certe donne e i fastidiosi insetti succhiasangue non c’è poi tanta differenza 😀

    TADS

    • Non sono più il misterioso di una volta… peccato. 🙂

      Secondo me, più di una bimba cicciottella, in terrazza ci vorrebbe un qualche essere dalle dimensioni titaniche, ben sudato. Così da soddisfare tutta la fame che hanno sti dannati insetti.

  4. è un problema di costi,
    adottare per tre mesi un omone titanico antizanzare significa nutrirlo adeguatamente, con una bambina cicciottella te la togli con un pacco di kinder délice al giorno 😀

    TADS

    • E allora, tads, ti assicuro che le bimbe “cicciottelle”, che stanno da queste parti hanno bisogno ben più di un pacco di merendine per essere tenute a bada.

  5. Sei assalito spesso dalle zanzare?
    Anche se fingi di essere irreperibile?
    Sono tutte ghiotte di gelato…. il TUO gelato?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...